Muso nero, non avrai il mio business

Curioso; gli «immigrati regolari» —che dal 2000 a oggi si sono spostati da tutte le zone del mondo negli Stati Uniti e che nella Silicon Valley hanno contribuito al 52% delle start-up per un fatturato totale di oltre cinquanta miliardi di dollari, 450 mila impiegati e un business che perdura alla crisi— sembrano essere diventati per l’ennesima volta nella storia di quel paese una risorsa che timidamente tira su le vesti per non farle bagnare dall’acqua alta della depressione finanziaria.
Chissà se qualcuno ha mai chiesto loro diecimila euro di cauzione per aprire una posizione IVA, appena arrivati a Ellis Island.

(Qui un articolo piuttosto interessante dell’“Oakland Tribune”)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s