Maccheroni alla chitarra con mazzancolle tropicali al profumo di whiskey

Maccheroni alla chitarra con mazzancolle tropicali al profumo di whiskeyL’idea me la diede qualche mese fa Luca, quando mi fece assaggiare le sue ottime mazzancolle giganti al whiskey.

In un saltapasta abbastanza ampio mettete due cucchiai d’olio, uno spicchio d’aglio e lasciate riscaldare senza alzare troppo la fiamma. Quando lo spicchio inizia a colorarsi, gettate le mazzancolle e lasciatele rosolare lentamente; nel frattempo buttate la pasta. Quando le mazzancolle saranno ben rosolate, spegnete con un bicchiere scarso di whiskey (dose per due persone) e chiudete il tutto sotto coperchio. Tirate la pasta al dente e fatela saltare con le mazzancolle, aggiungendo prezzemolo fresco tritato e peperoncino a volontà. Prima di servire aggiungete altro olio crudo.
Gustate con un buon Vermentino di Gallura.
Sparare a vista sui cani che si avvicinano a più di due metri.

I’ve got you under my spleen

Non che tutta la querelle su veline, battone e sfoggio di carne a Villa Certosa mi lasci proprio indifferente, anzi. Ma che un capo di governo rischi la poltrona per qualche gonnellina imberbe dopo essere passato indenne agli occhi dell’opinione pubblica italiana attraverso condanne o assoluzioni in corner per falsa testimonianza, corruzione semplice, due corruzioni giudiziarie, finanziamento illecito dei partiti, falso in bilancio, diffamazione aggravata e corruzione di senatori, mi spinge sempre più a credere che l’alba sia ancora molto lontana per questo paese. E che se è vero che la notte è sempre più fredda prima del mattino, allora gli anni che aspettano questo paese saranno davvero tetri.